Agenția pentru Întreprinderi Mici și Mijlocii,

Atragere de Investiții și Promovare a Exportului - PLOIEȘTI

ACASĂ    

CONTACT   

DESPRE NOI   

 

ORDINE No. 689/2017 del 31 maggio 2017
per l’approvazione della  Procedura per la concessione del Avviso tecnico specializzato sul piano di affari degli investitori stranieri, al fine di ottenere il visto di soggiorno per lunga durata in Romania per lo svolgimento di attività commerciali


Testo in vigore a partire del 31 luglio 2017

 

 

Testo aggiornato tramite il prodotto informatico legislativo LEX EXPERT basato sugli atti normativi di modifica, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Romania, Parte I, fino al 31 luglio 2017.

Atto di base
#B: Ordine del Ministro delle Imprese, del Commercio e dell'Imprenditoria  n. 689/2017

Atti modificativi
# M1: Ordine del Ministro delle imprese, del commercio e dell'imprenditorialità n. 870/2017

 

 

Le modifiche e le aggiunte apportate dall'atto di modifica sono scritte in carattere corsivo. Di fronte ad ogni modifica o aggiunta, è indicato l'atto normativo che ha apportato la modifica o il completamento nella forma # M1.

#B
Considerando:
- le disposizioni dell'Ordinanza d’Ugenza del Governo n. 1/2017 per l'istituzione di misure nel settore della pubblica amministrazione centrale e per la modifica e il completamento di alcuni atti normativi, approvati con modifiche e integrazioni dalla Legge n. 129/2017;

 

- le disposizioni dell'art. 3 par. (2) sezione C punto 23 della Decisione del Governo n. 23/2017 sull'organizzazione e il funzionamento del Ministero delle Imprese, Commercio e Imprenditoria;
- le disposizioni dell'art. 43 e 55 del Ordinaza d'urgenza del Governo n. 194/2002 sul regime degli stranieri in Romania, ripubblicata, con le successive modifiche e completamenti,
ai sensi dell'art. 9 par. (6) della Decisione del Governo n. 23/2017,

 

il ministro per le imprese, commercio e imprenditoria

emana il seguente ordine:

Articolo 1
Viene approvata la Procedura per la concessione dell'avviso tecnico di specialita sul piano di affari degli investitori stranieri al fine dell'ottenimento del visto di soggiorno per lunga durata in Romania per lo svolgimento di attività commerciali, come stabilito nell'allegato che costituisce parte integrante del presente ordine.

 

Articolo 2
La Commissione istituita presso il Ministero per le Imprese, Commercio e Imprenditoria compirà le disposizioni di questo Ordine.

Articolo 3
Alla data della sua entrata in vigore, cessano di applicarsi le disposizioni contrarie alle previste del presente decreto.

Articolo 4
Questo ordine è pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Romania, parte I.

ALLEGATO

PROCEDURA
per la concessione dell’avviso tecnico di specialita sul piano di affari degli investitori stranieri al fine di ottenere il visto per soggiorno di lunga durata in Romania per lo svolgimento di attività commerciali

 

 

ART. 1

Preambolo
(1) Il Ministro per le Imprese, Commercio e Imprenditoria (M.M.A.C.A.) è l'autorità centrale competente per il rilascio, ai sensi dell'art. 3 par. (2) Sezione C punto 23 della decisione del governo n. 23/2017 riguardante l'organizzazione e il funzionamento del Ministero per le Imprese, Commercio e Imprenditoria l’avviso tecnico di specialita sul piano di affari degli investitori stranieri, al fine di ottenere il visto di soggiorno per lunga durata in Romania per lo svolgimento di attività commerciali, ai sensi dell'art. 43 del decreto governativo d'urgenza n. 194/2002 sul regime degli stranieri in Romania, ripubblicato, con le successive modifiche e integrazioni, nonché il documento attestante l'attuazione dell'investimento, ai sensi dell'art. 55 dello stesso atto normativo.

(2) A livello di M.M.A.C.A., attraverso ordine del ministro, sarrano costituite delle commissioni come segue:
- comissione di analisi e valutazione composta da 3 persone, di cui 1 persona e designata come presidente e 2 supplenti;
- comissione per la risoluzione delle contestazioni, composta da 2 membri e 1 membro supplente che non hanno partecipato al processo di valutazione.

Saranno anche designati:
- una persona incaricata con la presa in consegna delle richieste per il rilascio del avviso tecnico di specialità e dei documenti che l’accompagnino, persona che non fa parte della comissione per la  risoluzione delle contestazioni  e che non partecipa al processo di analisi e valutazione;
- una persona che assicurerà la segreteria delle commissioni.

Articolo 2
Condizioni per il conferimento
(1) Per ottenere l'avviso tecnico di specialit
à, il cittadino straniero interessato deve soddisfare le seguenti condizioni:
a) essere socio / azionista della società che beneficerà dell'investimento;
b) tenere e esercitare poteri di conduzione nella società che beneficiera dell'investimento;
c) avere i fondi necessari per svolgere l’attivita del valore di almeno 100.000 euro per i stranieri associati in una società a responsabilità limitata e di almeno 150.000 euro per gli azionisti stranieri di una società per azioni;
d) investire almeno 100.000 euro nel patrimonio aziendale oppure della tecnologia e creare almeno 10 nuovi posti di lavoro a tempo pieno entro 12 mesi dopo aver ottenuto il permesso di soggiorno se ha la qualità come socio di una società a responsabilità limitata o di investire almeno 150.000 euro di patrimonio netto oppure tecnologia nella società per azioni e creare almeno 15 nuovi posti di lavoro a tempo pieno entro 12 mesi dalla data di ottenere il permesso di soggiorno se si tratta di un azionista in una società per azioni;

 

e) il progetto di investimento deve essere necessario, pertinente e utile per lo sviluppo dell'attività autorizzata da svolgere, deve dimostrare l'efficienza tecnica ed economica, la redditività, la sostenibilità e l’attuabilità per almeno 3 anni consecutivi a quello in cui è stato completato l'investimento;
f) la società ,per poter beneficiare dell'investimento non deve avere debiti al bilancio generale consolidato e ai bilanci locali, sia per la sede sociale / professionale, filiali, e per tutti i punti di lavoro;
g) la società per poter beneficiare dell'investimento non deve essere in stato di scioglimento, riorganizzazione giudiziaria, liquidazione, esecuzione forzata, chiusura operativa, insolvenza, fallimento o sospensione temporanea dell'attività;

h) nel caso di società con 2 o più soci o azionisti che richiedono il rilascio del avviso tecnico di specialita, si procedera secondo quanto previsto dall'art. 43 par. (3) del Ordinanza governativa d'urgenza n. 194/2002, ripubblicata, come successivamente modificato e integrato.

# M1
(2) Al fine di ottenere l’avviso tecnico di specialita per ottenere il visto di soggiorno per lunga durata in Romania per lo svolgimento di attività commerciali, il cittadino straniero deve presentare: una richiesta di rilascio del avviso tecnico di specialita (modulo 1, N. 1, che costituisce parte integrante del presente procedimento) in due copie firmate dall'amministratore della società (o da un procuratore / procuratore legale, a seconda del caso), corredate dei seguenti documenti:

#B
a) copia del passaporto del richiedente;
# M1
b) il piano di affari (modulo 2, di cui all'allegato 2 che costituisce parte integrante della presente procedura) in originale, firmato su ogni pagina, a cui saranno allegati i documenti dai quali risulta il valore degli elementi di costo presentati nel piano.
#B
Il piano di affari dovrà dimostrare la necessità di investimenti, nonché i tempi di creazione e coinvolgimento di nuovi posti di lavoro a tempo pieno. Inoltre, nel piano di affari, ciascuna spesa deve essere giustificata al fine di dimostrare che è necessario eseguirla nel corso delle attività per le quali è richiesta l'approvazione dell'investimento;

c) estratto conto originale emesso da una banca rumena a nome della persona fisica che è cittadino straniero richiedente dell’avviso e che conferma la disponibilità delle somme necessarie per l'investimento dell’importo  previsto dall'art. 43 del decreto governativo d'urgenza n. 194/2002, ripubblicato, come successivamente modificato e integrato;

# M1
d) copia dell'ultimo atto costitutivo della società;
#B
e) la copia dell'ultimo bilancio registrato presso l'Agenzia Nazionale per l'Amministrazione fiscale (ANAF) e l'ultimo bilancio contabile di verifica, se esistente;
f) Delega notarile / procuratore legale per la presentazione della documentazione e il sollevamento del avviso, se il depositante è una persona diversa dal socio / azionista / l’amministratore della società. Se la procura è emessa da autorità estere, sarà apostillata / legalizzata in conformità con le disposizioni legali in vigore;

g) copia del documento di identità del depositante;
h) documenti giustificativi per dimostrare la posizione di socio / azionista in società con storia di funzionamento (ove applicabile), compresa una dichiarazione dettagliata della società emessa dall'Ufficio Nazionale del Registro di Commercio (O.NR.C.) e valida alla data di deposito;
i) documenti giustificativi relativi al pagamento;
# M1

j) certificati di attestazione fiscale, in originale o copia, rilasciati in conformità con le disposizioni di legge relative all'adempimento degli obblighi di pagamento delle imposte, tasse e debiti al bilancio generale consolidato o, a seconda dei casi, ai bilanci locali - filiali e tutti i punti di lavoro.

#B
(3) I beni acquistati devono soddisfare le seguenti condizioni:
a) possono essere beni fissi o oggetti di inventario, secondo la legislazione in vigore, e si troveranno nelle immobilizzazioni della società. Non è consentito acquistare i beni soggetti a sovvenzioni / finanziamenti non rimborsabili, né l'acquisto nel sistema di leasing;

b) deve essere nuovo (tranne che per gli edifici);
c) i beni costituiti da spazi per lo svolgimento dell'attività sono iscritti nel libro di terra per il quale deve essere provato con l'estratto del libro fondiario.

 

Articolo 3
Attestazione dell'attuazione del piano di affari
In vista dell'emissione del documento comprovante il completamento del piano di affari (modulo 4, di cui all'allegato 4 che costituisce parte integrante del presente procedimento), al fine di estendere il diritto di soggiorno in Romania, ai sensi dell'art. 55 del decreto governativo d'urgenza n. 194/2002, ripubblicato, con le successive modifiche e integrazioni, i cittadini stranieri presenteranno alla sede di M.M.A.C.A. una domanda per il rilascio dell'attestato (modulo 1), insieme ai seguenti documenti:
a) copia del passaporto del richiedente;

# M1
b) l’avviso tecnico di specialita sul piano di affari degli investitori stranieri precedentemente approvato (trasposto nel modulo n. 2), firmato su ogni pagina;
c) copia dell'ultimo atto costitutivo della società;
#B
d) visura camerale dettagliata rilasciata da O.NR.C e valida alla data di deposito
;

e) Procura notarile / procuratore per il deposito della documentazione e l'emissione dell'attestato, se il depositante è una persona diversa dal socio / azionista / amministratore della società. Se la procura è emessa da autorità estere, sarà apostillata / legalizzata in conformità con le disposizioni legali in vigore;
f) copia del documento di identità del depositante;

# M1
g) i documenti che giustificano l'investimento in conformità al piano aziendale approvato (copie originali o conformi all'originale), a seconda dei casi:

#B
- l'ultimo bilancio annuale (stato patrimoniale) registrato all’ A.N.A.F., nonché il relativo bilancio contabile;
- schede dei mezzi fissi;
- dichiarazione a propria responsabilità del beneficiario secondo cui il / i bene / i acquisito / acquisiti e/sono nuovo / nuovi e messo / messi in servizio nel luogo di implementazione del progetto;

- documenti giustificativi riguardanti il diritto di proprietà / uso dei locali acquistati attraverso il progetto, registrati nel libro fondiario (contratto di acquisto, estratto del libro fondiario, antecontratto di vendita-acquisto) e per gli spazi costituiti da elementi prefabbricati, si presentera la prova di proprietà del terreno, registrato presso il notaio / comune / ente fiscale, certificato di urbanistica, permesso di costruzione (se applicabile), estratto del libro fondiario;

- rapporto di valutazione del bene certificato da un esperto autorizzato dall'Associazione Nazionale dei Valutatori Autorizzati in Romania (A.N.E.V.A.R.);
- documenti giustificativi sulla proprietà, dei mezzi di trasporto: carta d'identità, certificati di registrazione, assicurazione obbligatoria;

# M1
- documenti giustificativi per l'acquisizione e il pagamento di beni:
(i) contratto di acquisto;
(ii) ordine di pagamento e estratto conto firmato dalla banca emittente, che mostra il pagamento, in base al contratto.

#B
Per i nuovi posti di lavoro creati all'interno del progetto, la loro prova si farà con il contratto di lavoro individuale a tempo pieno concluso per periodo indefinito.
Successivamente, durante il periodo di monitoraggio, verrà fornita la prova che sono stati mantenuti, con i documenti previsti dalla legislazione in vigore (estratto REGES da REVISAL e la relazione dei dipendenti di REVISAL) per almeno 10 posti di lavoro nel caso del associato in società a responsabilità limitata e 15 posti di lavoro nel caso di azionista in società per azioni.

Articolo 4
Presentazione della cartella
# M1

(1) Tutti i documenti presentati devono essere validi alla data di presentazione della domanda per il rilascio del avviso / attestato tecnico di specialita. Il file avrà come prima scheda una copia dei documenti elencati nell'art. 2, rispettivamente art. 3 di questo procedimento. L'ordine dei documenti nel file seguirà la sequenza negli articoli citati e la copia sarà basata su questa sequenza. Ogni file del dossier sarà numerato e firmato dal richiedente / abilitato. Su ogni copia, accanto alla firma, sarà contrassegnato "
conforme al originale ". La presentazione sarà effettuata in base al mandato notarile / procura / dell'avvocato per la presentazione della documentazione e il ritiro del parere / attestato, se il depositante è una persona diversa dal richiedente. Se la procura è rilasciata da autorità straniere, sarà apostillata / legalizzata in conformità con le disposizioni legali in vigore. Dopo la soluzione della richiesta, indipendentemente dalla soluzione emessa, la cartella rimarrà nell'archivio M.M.A.C.A.

#B
(2) I richiedenti presenteranno la domanda per il rilascio del avviso tecnico / attestato insieme a tutta la documentazione necessaria presso la sede di M.M.A.C.A il lunedì, il martedì e il mercoledì, tra le 10.00 e le 14.00. La consegna del dossier completo, effettuata in conformità con le disposizioni della presente procedura, sarà effettuata alla persona designata per ricevere i documenti. Se la persona responsabile del rilevamento dei documenti non è disponibile, le sue funzioni saranno prese in carico dal Segretario. Il rilascio dell'avviso/attestato  originale verrà rilasciato ogni giovedì dalle 10.00 alle 14.00 in base al documento di identità.

Articolo 5
Monitoraggio dell’implementazione investimento
(1) Al fine di rilasciare il documento che attesta l'adempimento degli obblighi assunti nel piano di affari, I rappresentanti del M.M.A.C.A. procederanno alle verifiche sul sito d’implementazione dell'investimento. Queste verifiche mirreranno la fase di realizzazione dell'investimento, la realtà, la legalità e la regolarità delle operazioni economiche e finanziarie. Durante l'effettuazione di controlli all'indirizzo dove la società ha fatto l'investimento e alla sede sociale, l’equipe designata a fare i controlli deve avere accesso ai documenti contabili, in originale, che riflettono la realizzazione dell'investimento e l'osservanza del piano di affari per il quale e stato ottenuto anteriormente l’avviso tecnico di specialità . Se, a seguito delle verifiche effettuate dai rappresentanti del M.M.A.C.A. o su richiesta delle autorità di controllo dello Stato, si dimostra che i beneficiari hanno fatto dichiarazioni incomplete e / o non conforme con la realtà per ottenere l’avviso, oppure hanno cambiato la destinazione del investimento o si costata che le condizioni stabilite nel piano di affari non sono più soddisfatte, invieranno al richiedente la lettera di revoca del avviso / attestato tecnico di specialità (modulo n. 5 di cui all'allegato n. 5, che è parte integrante di questa procedura) entro 15 giorni dal completamento del rapporto della commissione.

(2) La lettera di revoca dell’avviso / attestato tecnico specializzato deve essere comunicata d'ufficio anche alle autorità competenti nella gestione della permanenza legale dei cittadini stranieri in Romania.
(3) L'ispezione sul campo è effettuata da M.M.A.C.A. almeno una volta all'anno, per 3 anni a partire dall'anno successivo al rilascio del avviso tecnico / attestato.

Articolo 6
Risoluzione della richiesta di avvisare / attestare
(1) L’ analisi della cartella , le verifiche dal punto di vista amministrativo e di ammissibilità, così come quelli relativi alla: veridicità e alla coerenza delle informazioni contenute nel piano di affari, la correlazione dei bilanci con il piano di affari, completamento esplicito e in dettaglio di tutti i campi del piano di affari, la correlazione tra il codice NACE relativo all’investimento e le attività proposte nel piano di affari e dei documenti giustificativi deve essere effettuata dalla Commissione entro 15 giorni dalla data in cui il fascicolo è completo. Se la Commissione prenderà in considerazione anche la necessità di integrazioni o chiarimenti per il rilascio della soluzione finale alla richiesta presentata, questo verrà comunicato al richiedente, che avrà 10 giorni lavorativi a disposizione per presentarli alla sede del M.M.A.C.A. La presentazione sarà effettuata attraverso la procedura di presentazione / ricevimento dei documenti di cui all'art. 4 di questa procedura. La mancata presentazione d’integrazioni/ chiarimenti richiesti entro il termine specificato comporta il rigetto della richiesta.

(2) Al fine di verificare la veridicità delle informazioni e degli documenti, la commissione può richiedere la conferma dei documenti da parte delle istituzioni emittenti e può effettuare controlli in loco. La verifica della qualità del socio / azionista con le attribuzioni di gestione viene effettuata anche interrogando l'O.NR.C.
(3) Il risultato dell'analisi all'interno della commissione deve essere comunicato al richiedente entro il termine legale di 30 giorni. Il rapporto della commissione avrà una delle seguenti soluzioni:

a) l'accettazione dal punto di vista amministrativo e dell'efficienza tecnico-economica del piano di affari e l'emissione dell’avviso/ attestato tecnico specializzato (modulo n. 3 previsto nel allegato n. 3, che fa parte di questa procedura, o modulo 4 , a seconda dei casi);

b) il rifiuto del progetto / revoca dell’avviso, nel caso in cui come la verifica indica il mancato rispetto dei criteri di cui al par. (1).
La Commissione istituita all'interno del M.M.A.C.A. comunicherà al richiedente entro 15 giorni lavorativi dopo il completamento della relazione, la soluzione adottata e il rilascio del documento originale si farà ogni Giovedì, dalle ore 13,30-15,30.

(4) La contestazione contro la decisione di rifiuto del progetto / revoca emessa dalla Commissione di analisi deve essere in forma scritta e sarà trasmessa entro 15 giorni dal ricevimento dalla data di ricevimento della decisione di rifiuto del progetto, e il richiedente riceverà la risposta della Commissione di appello entro 15 giorni dal ricevimento della contestazione. La contestazione può essere inviata per posta, con conferma di ricevimento, alla sede di M.M.A.C.A.

 

La contestazione includerà obbligatoriamente:
a) i dati identificativi del richiedente;
b) l'oggetto della contestazione;
c) i motivi di fatto e di diritto su cui si basa la contestazione;
d) le prove su cui si basa;
# M1
e) la firma del rappresentante legale.

#B
(5) Se la decisione di rigetto sarà mantenuta anche dalla commissione di contestazione, il richiedente ha il diritto di presentare un reclamo presso il tribunale amministrativo competente, in conformità con le disposizioni della Legge sul contenzioso amministrativo n. 554/2004, come modificato e integrato.

Articolo 7

 

Riservatezza
I documenti giustificativi presentati dai richiedenti sono riservati, i membri delle commissioni istituite nell'ambito del M.M.A.C.A. avendo l'obbligo di non divulgare informazioni ivi menzionate a terzi, a meno che l'informazione non sia fornita agli organi competenti dello Stato nell'esercizio delle loro attribuzioni, in conformità con le disposizioni della legge n. 677/2001 sulla tutela delle persone fisiche a riguardo il trattamento dei dati personali e sulla libera circolazione di tali dati, come successivamente modificati e integrati, e del Regolamento (UE) 2016/679.

ASPETTI RAPPRESENTATIVI SULLE SPESE AMMISSIBILI E NON AMMISSIBILI DEI PROGRAMMI  NAZIONALI CON  FINANZIAMENTO A FONDO PERDUTO   IN ROMANIA

 

In linea con la Strategia Governativa per lo sviluppo delle PMI e il miglioramento dell'ambiente imprenditoriale rumeno - Orizzonte 2020, l'ecosistema imprenditoriale nazionale può essere basato sulla struttura rafforzata del settore autoctono delle piccole e medie imprese, più numerose, più economicamente attive e più competitive di quanto siano attualmente ,in grado di contribuire in modo massiccio alla crescita economica a lungo termine della Romania e, implicitamente, al progresso sociale e alla prosperità di tutti i cittadini del paese.

I fondi non rimborsabili sono un aiuto gradito sia per i giovani imprenditori che vogliono mettere in pratica le loro idee, così come per le imprese esistenti che hanno bisogno di certe somme di denaro ,che non dovranno rimborsare per modernizzare la propria attività.

I schemi di minimis attuati attraverso programmi nazionali a sostegno della creazione delle nuove imprese e il sostegno allo sviluppo delle piccole e medie imprese a livello nazionale e locale, secondo le strategie governative a sostegno dello sviluppo delle piccole e medie imprese e del Programma governativo, sono gestite tecnicamente e finanziariamente dalla Direzione Politiche Imprenditoriali e Programmi di implementazione per le PMI (DPAIPIMM).

Per quanto riguarda il regime di finanziamento, attraverso Programmi nazionali di finanziamento a fondo perduto sono stati  finanziati l'implementazione dei Piani di Affari.

Nel piano di affari on-line deve essere giustificata ogni spesa per la dimostrazione della sua necessità nel svolgere le attività per le quali si accede ai finanziamenti.

I costi sostenuti dall'operatore economico devono essere correlati al flusso delle sotto-attività (fornitura / promozione, attività del codice CAEN, distribuzione / vendita), necessarie per svolgere le attività del codice CAEN autorizzato per il quale è richiesto il finanziamento, come specificato nella "Classificazione delle attività nell'economia nazionale - CAEN Rev 2".

Le spese riguardanti l'IVA, tasse, avvisi, commissioni, imballaggio, trasporto, messa in opera, la formazione del personale per l'utilizzo di beni acquistati non sono ammissibili.

Per firmare i Contratti di Finanziamento, i beneficiari devono fornire prove certe sulla capacità di cofinanziamento del progetto, ovvero la presentazione di:

- lettera di conforto (ingaggiante)

-  estratto conto che dimostri che il beneficiario ha l'importo necessario del cofinanziamento / contratto / linea di credito, emessa da un istituto finanziario bancario della Romania, che coprirà almeno il valore del cofinanziamento del progetto stesso, vale a dire la percentuale di cofinanziamento delle spese ammissibili.

L'attuazione di progetti finanziati da fondi non rimborsabili richiede la conformità delle disposizioni giuridiche europee e nazionali, la quale violazione porta ai fondi utilizzati parzialmente o totalmente, per essere ammessi. Per ridurre il rischio di invalidare le spese dei fondi europei, il management delle PMI deve organizzare i sistemi di controllo interno, in modo che queste procedure siano rispettate.

 

Despre noi

Contact

Guvernul României

Uniunea Europeana

Linkuri utile

Hartă